#CamiSiriMarathon

La Cami #CamiSiriMaraton

La Cami, che oramai ha quasi terminato il suo compito, è colei che dopo mesi di duro lavoro, caldo e sudore, mi ha portato fin qui, all’evento più importante cui possa partecipare quest’anno: la mia prima Maratona.

#CamiSiriMaraton

CamiSiri e La Cami (si, si chiama “La Cami”, tutto insieme!) si sono conosciuti da poco, fin troppo recentemente potremmo dire… forse sarebbe stato meglio si fossero conosciuti un po’ di tempo prima. Ma credo che queste considerazioni vadano fatte settimana prossima, dopo “l’evento“.

Essendo più espliciti, La Cami è la mia tabella di allenamento per la Rock ‘n’ Roll Marathon di Lisbona che si terrà questa domenica, 2 Ottobre. Mi ha accompagnato in questi mesi, mi ha sopportato e soprattuto io ho sopportato lei! E’ frutto di studi da me condotti, da aiuti di allenatori, amici, la squadra, libri e quant’altro; un mix complesso che (tocchiamo ferro), speriamo funzionerà.

Ho da sempre creato tabelle per le Mezze Maratone, per le 10k e per altre gare, ma non avevo mai dato loro un nome o quanto meno mi ci ero affezionato. Sarà che questa è la mia prima Maratona e che quindi necessito di molto supporto (soprattutto morale).

Alla fine son finito per affezionarmi a quel pezzo di carta stampata, evidenziata e scarabocchiata. 

E oggi, mentre scrivo questo post, mi restano le ultime tre righe da evidenziare, e poi il suo lavoro sarà terminato. E a pochi giorni dalla gara, c’è quel mix di emozioni contrastanti: triste perché l’allenamento è giunto al suo termine (e anche La Cami, che ormai è quasi come un’amica), ed elettrizzato e impaziente di gareggiare.

«E se il vero piacere fosse già adesso? Sì, prima che tutto cominci, quando l’atmosfera si carica di promesse e la tua testa di storie da vivere, quando nulla tu può deludere, perché tutto può ancora succedere e tu pregusti un incontro, uno sguardo, l’idea di un finale diverso. In fondo, non è forse vero che l’attesa del piacere è essa stessa il piacere?»

Con questa frase tratta da un famoso spot pubblicitario realizzato da Joel Schumacher mi piacerebbe terminare questo post (come vedete l’animo malinconico sbuca fuori sempre)



You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply