Running

Bravo to Ivana! #werun4kids – Ivana di Martino corre 909km per i bambini senza cibo

Dal Naviglio fino a Bruxelles. Ivana di Martino corre 909km per portare il suo messaggio riguardante i bimbi e il cibo.

Questo primo post (che avrei dovuto scrivere giorni fa) avrei dovuto dedicarlo alla Wings for Life, ma oggi vi parlerò di Ivana di Martino e della sua missione, ben più importante delle mie lamentele per una torrida domenica di corsa.

Ivana di martino, l’ultrarunner milanese, già nota per imprese dai temi importanti (ricordate la Rexixst run dello scorso anno?), ieri 11 maggio è partita per una corsa che la porterà a Bruxelles.

13 giorni la separano dalla meta, durante i quali porterà il suo messaggio alle istituzioni, dando a voce 27 milioni di ragazzi europei che non ricevono cibo adeguato e una corretta educazione alimentare.

Supportata da Barilla, Banco Alimentare, e tanti altri sponsor e associazioni, ha completato la prima tappa, Milano-Lugano (se clicci sul link può vedere com’è andata).

Oggi è stata la volta di Lugano-Personico e a seguire da domani ecco le prossime tappe: Personico-Bedretta, Bedretta-Grimsel Pass, Grimsel Pass-Lucerna, Lucerna-Lläufelfingen, Lläufelfingen-Mulhouse, Mulhouse-Epinal, Epinal-Nancy, Nancy-Xivry Circourt, Xivry Circourt-Libin, Libin-Gembloux, Gembloux-Bruxelles.

Ecco il suo manifesto:

Pensiamo di sapere che cosa sia la povertà. Pensiamo di sapere dove sia e chi ne è colpito. Conosciamo le pubblicità che ci invitano a sostenere la scuola o il cibo di un bambino povero in un paese lontano da noi. Quello che molti non sanno, è che la povertà è un problema anche in Europa, qui da noi, nelle famiglie di amici o conoscenti. Purtroppo la povertà è la triste realtà di migliaia di famiglie europee e di milioni di bambini che vivono nelle nostre città. Questi bambini non hanno la fortuna di avere ogni giorno una casa riscaldata e un pranzo nutriente. Nel 2004, 122.3 milioni di persone, circa il 25% della popolazione europea era a rischio povertà o di esclusione sociale. In alcuni Stati membri la percentuale sale al 40%. Per i bambini la situazione è ancora più grave: il 27.8% sono esposti al rischio di povertà. E anche per loro le percentuali in alcuni Stati membri salgono al 40%.
E’ il futuro dell’Europa che è in gioco, per un bambino che cresce povero rimane povero per la vita. Sono una persona comune che parla ad altre persone. Sono una madre. Voglio il meglio per i miei tre bimbi. E sono sicura che i genitori meno fortunati vorrebbero lo stesso per i loro figli.

Immaginate come possano sentirsi quando si rendono conto di non poterlo fare. Il messaggio che vi porto è grave perché il problema è importante. Ma vi porto anche la speranza. La speranza della solidarietà. La speranza della ripresa. La speranza della soluzione.

Le persone usano parole come eccezionale per descrivere quanto ho fatto. Ma sono una persona normale, come voi. E sono la prova che con il cuore e la forza di volontà, ognuno può fare cose eccezionali. Durante la mia corsa attraverso l’Europa, incontrerò persone e organizzazioni che stanno facendo cose straordinarie per quei bambini. Incontrerò organizzazioni dei Banchi Alimentari e correrò per supportare anche la loro attività. La loro energia, la loro passione e gioia saranno la forza di cui ho bisogno per continuare a correre. Sono queste persone che mi rassicurano sul fatto che sapremo porre fine alla povertà, basta che altri si uniscano a noi per garantire che i bambini abbiano accesso al cibo, allo sport e al gioco in tutta Europa.
Spero che mi seguirete nello sforzo di portare un pasto nutriente ai bambini dovunque essi siano. Mai tagliare il traguardo è stato così importante per me.

Quindi non ci resta che supportare e seguire Ivana! Lo si può fare tramite i canali social della Barilla, del Banco Alimentare, sulla pagina Facebook di Ivana o su Twitter

Bravo to Ivana! #werun4kids

ivana di martino

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply