Innovation Running

Arriva Puma BeatBot che corre più veloce di Bolt

Puma BeatBot: un robot auto-guidato, programmabile, che aiuta (e motiva) i runner durante l’allenamento. Ed è molto più figo di un cronometro!!

Stasera voglio parlarvi di questa figata, rivelata da Puma ma è molto più semplice guardare il video qui sotto piuttosto che spiegarvi quanto sia figo questo robottino (quante volte sto ripetendo la parola figo?).

Beatbot è stato sviluppato da un ingegnere della NASA, da tre studenti del MIT di Boston e dall’agenzia pubblicitaria di Puma (J. Walter Thompson).
Il robot che programma tramite app dallo smartphone, è auto-guidato, infatti segue le linee tracciate lungo la pista di atletica, spingendo i corridori e dando loro un vero e proprio bersaglio visivo da battere.
Basta inserire distanza e tempo sull’app, posizionare il robot nella corsia accanto e… correre e cercare di raggiungerlo! Ah e può andare anche a più di 44 km/h, quindi più velocemente di Bolt.

Il robot scansiona le linee in pista grazie a nove sensori a infrarossi, mentre le rotazioni delle ruote sono monitorate tramite Arduino tenendo traccia di velocità e distanza. Dotato, inoltre, di luci LED e di due GoPro.

puma beatbot

Ecco ora che arriva il problema… il costo potrebbe essere molto ma molto proibitivo, anche se Puma non l’ha svelato. E inoltre non è disponibile per “noi comuni mortali”. Se non siete atleti sponsorizzati da Puma o non siete Bolt (oppure non correte a 40km/h) non c’è per ora possibilità di poterlo avere.

Possiamo dunque continuare a “flasharci” con il video e a sognare invano. Oppure continuare a correre con l’amico che va più veloce, a mo’ di lepre.

Grazie a FastCoCreate.com

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply